Unita' Pastorale di Montà

Unita' Pastorale

Caritas

cliccare sull'immagine per ingrandirla

CARITAS INTERPARROCCHIALE: DA IERI A OGGI

La comunità parrocchiale di Montà, nel tempo, ha sempre potuto contare su un buon numero di volontari attivi in vari ambiti. In particolare presso la casa di riposo del capoluogo, La divina Misericordia, e di San Rocco, Ca' Nostra, è continuata la presenza di persone che giornalmente collaborano con il personale delle strutture nell'assistenza agli ospiti. A partire dagli anni novanta si è anche organizzato, in parrocchia, uno spazio di ascolto per le persone in difficoltà gestito da un piccolo gruppo di laici. Conclusa questa esperienza si proseguiva con l'allestimento del banco alimentare e la distribuzione mensile dei pacchi. A partire da febbraio 2010 è nata l'attuale Caritas interparrocchiale. La presenza di volontari di tutte e tre le nostre comunità continua a caratterizzare il gruppo e a permettere una condivisione più ampia di percorsi e di attività. L'indirizzo iniziale è stato di mantenere e consolidare le iniziative già in atto programmando incontri di formazione per rispondere alle tante domande sulla povertà, sulle modalità di approccio ai problemi e poter costruire il nostro impegno in modo corretto e realizzabile a Montà. Ad oggi si sono alternate le presenze nel gruppo dove però si è mantenuto costante un bel numero di volontari della prima ora. Con la distribuzione de pacchi alimentari si sono conosciute le famiglie in difficoltà e gli anziani più soli. Da questi si evidenziava spesso che il bisogno maggiore è di compagnia e di piccoli servizi di accompagnamento. Le volontarie di San Vito inoltre garantivano, servizio tuttora attivo, l'apertura del centro di raccolta e distribuzione degli abiti usati. Il nostro impegno si è sempre svolto, ricevendone grande sostegno, in collaborazione con la Caritas diocesana. In ogni Parrocchia infatti è prevista la costituzione di un gruppo o comunque la presenza di volontari che scelgono di attivare servizi in questo ambito. E' rimasta viva nella nostra esperienza la prima situazione affrontata insieme agli operatori diocesani. Era avanzata la richiesta di aiuto di un padre che voleva ricongiungersi con figli. Questi ragazzi vivevano in uno stato africano in guerra rischiando la vita o il reclutamento nell'esercito pur trattandosi di adolescenti. Senza il contributo della Caritas diocesana non saremmo stati in grado di dare una risposta. Ad una parte della spesa ha contribuito anche la parrocchia di Montà, ma i volontari locali hanno provveduto alle necessità personali più urgenti ed all'abitazione. Una rete di buona sinergia con la scuola e con i servizi sociali ha reso possibile l'inserimento scolastico immediato e la definizione di un affidamento diurno dei ragazzi nelle ore di lavoro del padre. A novembre 2010 la nostra prima bancarella di torte! Si rendeva necessaria una prima raccolta di fondi per l'acquisto di generi alimentari da distribuire. Causa la crisi e l'aumento della richiesta, il centro regionale di Moncalieri inviava forniture sempre più ridotte. Inoltre si evidenziava sempre più pressante la domanda di aiuto economico di persone in difficoltà. Fino ad aprile 2011 la questione che principalmente animava gli incontri mensili era l'organizzazione del centro di ascolto che è lo spazio di accoglienza, di ascolto e di possibile aiuto adottato dalla Caritas. I timori che condizionavano la decisione erano soprattutto: - essere dotati di scarsa capacità nell'accogliere la persona che chiede aiuto e nel valutare il bisogno reale - la mancanza di fondi per la conseguente ed inevitabile erogazione di contributi economici o di buoni per l'acquisto di farmaci, generi alimentari freschi, materiale scolastico... Si aderiva così al corso di formazione organizzato a Montà con la Caritas diocesana relativo alla gestione dei centri di ascolto. Con qualche informazione in più, ma soprattutto con il desiderio di dare struttura al nostro servizio, è stato aperto il centro di ascolto, presso la segreteria in S. Antonio, al giovedì mattino. Da circa cinque anni mantiene il medesimo orario dalle ore 9 alle ore 11. L'iniziativa ha sempre trovato sostegno economico nella Direzione della Caritas diocesana, nel Consiglio di Vicaria e nell'aiuto di tanti montatesi che accolgono il nostro invito al tesseramento, che acquistano i prodotti delle nostre bancarelle e che in segreteria o in strada, sempre anonimamente, ci consegnano del denaro per chi è più povero. Cogliamo ogni occasione per ringraziare di cuore. Anche quest'anno terminiamo con la raccolta di generi alimentari nelle domeniche di Avvento. Quando le persone si rivolgono al centro di aiuto non sempre possono ricevere risposte o aiuti proporzionati al bisogno, ma dove la necessità è reale non permettiamo che si allontanino senza aver ricevuto almeno un pacco di alimenti.

L'impegno del gruppo continua e certamente potrebbe avere nuova vitalità e ricchezza dall'adesione di altri volontari.

GRAZIE